Skip to main content

Arizona Muse: da maschiaccio a femme fatale

" Quando la guardo,vedo ombre di Linda Evangelista e Natalia Vodianova. Ma più di tutte vedo lei, meravigliosa, intelligente, cresciuta". Anna Wintour




Una vita in ritardo, sarebbe questa la frase per descrivere l'avventura della top model Arizona Muse. A 20 anni accetta la sua femminilità, passando dallo stile boy alla semplicità dell'essere donna. Sempre nello stesso anno si iscrive ad un'agenzia di moda ma solo dopo la nascita del figlio riesce a conquistare la fama internazionale. Copertine, sfilate e campagne pubblicitarie, tutto quello che aveva sempre sognato diventa realtà. 



Anna Wintour la descrive come una delle donne più intelligenti, affascinanti e meravigliose con cui lei ha lavorato. Eppure la vita di Arizona non è stata proprio la stessa delle attuali top fortunate come: Gigi Hadid, Kendall Jenner, Bella Hadid.. 

Niente sorelle famose, niente patrimonio famigliare da miliardaria, niente strada spianata; "solo" un viso meraviglioso e una grande determinazione nel voler arrivare. 
Durante  un'intervista per un noto settimanale modaiolo parla del suo stile dicendo: Mi ci è voluto un po’ di tempo per accettare la mia femminilità, ma adesso sono più matura e sicura di quella che sono. Non sono ancora una "vanitosa" ad hoc, una di quelle donne che senza trucco non escono di casa. Certamente l'essere consapevole di me mi ha condotto ha trovare uno stile che mi rappresentasse". 
Il successo è arrivato sette anni fa, quando dopo la nascita del figlio ha deciso di darci un taglio ( in tutti i sensi ndr ): dalla lunga chioma bionda al caschetto moro, al trasferimento nella grande mela. 
Alla soglia dei trent'anni Arizona continua a sfilare per grandi brand. Karl Lagerfeld l'ha definita:" una creatura meravigliosa" e non c'è sfilata Chanel che si rispetti senza la sua presenza. 



Attenta alla privacy, sulla vita privata di Arizona si è a conoscenza di poco o niente. Dalla relazione con Manuel Quintana, finita non proprio nel migliore dei modi, è nato il figlio Nikko. E' stata poi accusata dal padre del bambino di fare abusi di alcool e droghe, ma lei, con la sua semplicità ed eleganza, è passata sopra alle dichiarazioni dell'ex. Voci vicino alla modella americana hanno confermato la relazione, nel 2011,  tra la modella e la collega danese Freja Beha Erichson, ma nessuna delle due ha mai affrontato la questione. Finita anche questa amicizia- love story, la modella ha un periodo di pausa terminata poi con l'inizio dell'amore per Old Harrovian, conclusa anche quella lo scorso anno. Della serie:" se son fiori, appassiranno". 




Adora andare a cavallo, viaggiare ed è una delle cose per cui ama maggiormente il suo lavoro:" adoro vedere nuovi posti, nuove persone e pensare di sapere tutto eppure, in realtà, non si è a conoscenza di nulla. Vai a Parigi e credi di conoscere i parigini: stilosi, con la baguette sotto il braccio e nell'altro il quotidiano. Poi arrivi nella capitale della Francia e ti accorgi che quello che pensi di conoscere non è che una minima parte". 




Su Instagram pubblica scatti delle sue campagne pubblicitarie e foto delle sue giornate ma, chiarisce subito che, la vita privata deve essere conosciuta fino a un certo punto, le immagini che pubblica fanno parte di un'accurata selezione di quello che vuole la gente veda di lei. Ed è chiaro il messaggio: la semplicità dei suoi scatti rappresentano il maschiaccio che si è trasformato in un bellissimo  e femminile anatroccolo. 




Comments

Popular posts from this blog

Eva Geraldine Fontanelli, la rosa rossa della moda.

"Ogni giorno sono diversa. Sono sempre io, ma uso i miei vestiti per interpretare parti diverse della mia personalità". Eva Geraldine Fontanelli 




Non esiste niente di più complesso di una rosa rossa: è il fiore più bello ma il più oscuro. Esso è richiuso in se stesso e quando apre la corolla è già sul punto di svanire. Eva Geraldine Fontanelli, proprio come una rosa rossa, lavoro in segreto. Dietro le quinte di quel mondo chiamato moda.
Eva Fontanelli è una delle stylist, editor, consultant e influencer più importanti nel panorama della moda italiana ed internazionale. Ha lavorato come "fashion editor" per Elle Italia. E' tra le muse di "Scott Schuman". Ha vestito le modelle più in voga del momento. Ha collaborato per le testate di moda più rinomate. Ha una vaga somiglianza con l'attrice Hepburn ed è la persona che dovrebbero utilizzare per rendere chiaro il concetto che ognuno di noi può essere e può dettare moda. 

Eva Geraldine Fontanelli ha un …

Margherita Buy, una farfalla lasciata alla luce.

"Convivo fin da ragazza con la timidezza. E ancora oggi, dopo che tante cose sono cambiate, sono attratta dalle persone che hanno delle incertezze. Mi piacciono le debolezze degli altri". Margherita Buy





Occhi chiari, grandi e malinconici, capelli biondi, "il sorriso inconfondibile di chi, nella vita, ha pianto molto" e quell'eleganza introversa di Margherita Buy. 
Sette David di Donatello, sette Nastri d'argento e cinque Globi d'oro, un curriculum che parla ed eppure, c'è chi ancora mette in discussione la sua bravura:"terribile come attrice", "mi mette un'angoscia" o "ma è fredda. Non trasmette". 
Una delle prime domande che ponevo ( certo, dopo: nome e cognome ndr ) quando mi trovavo in una cena con persone sconosciute, era sulla Buy:"che pensi della Buy?" e così mi regolavo. Ho smesso dopo un mese, per disperazione. Trovavo impossibile l'idea di essere l'unica affascinata dall'incertezza, dalla…

Coco Chanel e Boy Capel: l'amore che creò il mito

“ Gli unici occhi belli sono quelli che vi guardano con tenerezza.” Coco Chanel 

Nel film “Bodyguard” vi era la colonna sonora che avrebbe incantato il mondo: And i will always love you. Una promessa per molti, una minaccia per altri. Whitney Houston di quella canzone ne fece la sua vita, ma in altri tempi, nel 1915 circa,la stilista Coco Chanel molto probabilmente l’avrebbe ascoltata e cantata per il suo grande amore: Boy Capel.  Gabrielle Bonhuer Chanel, conosciuta al mondo come Coco Chanel, fu la prima femminista della storia e come ogni donna che si rispetti fu legata ad un grande amore. Da sempre consacrata come la Mademoiselle d’acciaio, con le sue perle sulla poca importanza degli uomini in realtà nascondeva un cuore grande, capace di amare e di pensare ad un futuro da perfetta moglie.  Coco iniziò la sua carriera intorno al 1909 presso l’appartamento del suo amante Balsan, a Parigi in Boulevard Malesherbes creando cappelli. Fu proprio nella residenza del suo primo amante che l…