Skip to main content

Chanel n° 5: the one that i want



« Spesso mi fanno delle domande… Per esempio: « Cosa indossa per andare a letto? Un pigiama? La parte sotto del pigiama? Una camicia da notte? Allora rispondo: « CHANEL N.5 », perché è la verità ! Capisce, non voglio dire «nuda». Ma è la verità.» Marylin Monroe

 
Ogni persona porta con se un determinato profumo e a volte  basta una scia di quel’odore nell'aria per ricordare una persona importante o riportare alla mente un momento preciso della vita.
Ogni profumo ha la sua unicità e parlando di profumi, non si può non citare “ l’inevitabile”, come Brad Pitt definì nel suo spot,  Chanel n°5.




Il profumo nacque nel 1921, dall’ idea di Chanel di ricercare un odore che non assomigliasse a nessun altro. Un odore che rappresentasse la sua concezione rivoluzionaria di donna. Iniziò così la collaborazione tra la stilista  e il profumiere Ernest Beaux, che le portò alcuni dei suoi campioni, ma a Chanel le bastò arrivare al quinto tester per realizzare che quell'essenza sarebbe stata perfetta. Un profumo unico con ben 80 componenti, in cui i fiori vennero esaltati dalle aldelaidi, sostanze sintetiche prima di allora mai utilizzate.  
Un anno fa la maison francese per sponsorizzare il profumo ha scelto la star Hollywoodiana Brad Pitt, e nell’ intervista-video, l’attore è riuscito a conquistare, grazie al suo fascino, gran parte del pubblico femminile. Per il nuovo spot il registra si è concentrato su quello che davvero le donne vogliono: una storia d’amore avvincente e con un lieto fine.  


Il  film intitolato: The one that i want, è stato prodotto, scritto e diretto dal regista del Grande Gatsby :  Baz Lhurmann. Il video ha come protagonista l’incantevole Gisele Bundchen ( per sette anni consecutivi considerata dalla rivista Forbes la modella più pagata al mondo con un incasso annuale di ben 47 milioni di dollari ndr ). Il filmato inizia con Gisele che pratica surf nelle isole Fiji. Nel frattempo il bellissimo Michiel Huisman  ( attore presente nel cast della quarta stagione della serie “ Il trono di Spade” ndr) la guarda da una villa e le lascia un biglietto d’amore con la scritta: you’re the one that i want.  Non appena finito il surf torna in casa per accompagnare la figlia a scuola, spruzzando allegramente nell'aria il celebre profumo, si accorge così, abbassando lo sguardo , che il compagno le ha lasciato un biglietto. Dopo aver svolto il compito di madre, la modella si reca a lavoro e non appena finito, fugge via dal set per recarsi dall’amore.
  «La donna Chanel può stare sola su una spiaggia, stare con suo figlio, avere una carriera invidiabile e al tempo stesso può vivere una vera relazione, una storia d’amore. E alla fine, la donna Chanel sceglie l’amore.» afferma il regista Luhrmann
Il video si conclude infatti, con Gisele che va in teatro dove ad aspettarla vi è  come in ogni lieto fine, il marito e  il vero amore si manifesta  in un romantico bacio.



Il video è interamente accompagnata dalla voce del cantante-musicista Lo Fang, che per l’occasione ha riadattato la canzone del musical Grease: You’are the one that i want.
Una combinazione senza alcun dubbio perfetta, lo scenario curato nei minimi dettagli: dagli orecchini alla collana che indossa la modella con il numero 5, simbolo del noto profumo e numero preferito da Chanel. I cuscini, la tavola da surf con il logo Chanel, rendono maggiormente evidente la cura dei minimi particolari presente in ogni capo della maison francese.
E se da una parte lo stile è l’abito dei pensieri, il profumo è l’essenza di ogni essere umano.  



P.s: Gisele, sai quanta invidia la tua bellezza provoca nel mio essere, ma non aumentare tale sentimento "spruzzando" nell’aria uno dei profumi più costosi al mondo. Se proprio non sai cosa farne, puoi regalarlo a me. Giuro che in questo caso non me la prendo, anzi forse potrei anche passare sopra alla fortuna che ti ha dato madre natura. 
Suvvia Gisele, se vuoi, puoi anche adottarmi, però in cambio voglio un zainetto Chanel, come quello indossato dalla bambina nel video… Because we’re living in a material word and i am a material girl. 

Il video ufficiale: The one that i want











Comments

Popular posts from this blog

Viviana Volpicella, la regina delle stylist

" Sono nata come architetto ma, morirò come fashion editor". Viviana Volpicella



Per coloro che non seguono il mondo della moda, Viviana Volpicella, è la regina delle stylist. Il suo motto risiede nelle parole di Iris Apfel :" la moda la puoi comprare ma lo stile lo devi possedere" e lei di stile, ne ha da vendere.
Laureata in architettura, decide di inseguire la sua passione per la moda e si trasferisce ben presto a Milano. Frequenta un corso per "fashion editor" e diventa la "fashion assistent" dell'influente Anna Dello Russo. A lei deve molto, come afferma nelle varie interviste:"Anna è la mia maestra assoluta. Se faccio questo mestiere è grazie a lei".
L'amore per la moda, in realtà, è sempre stato presente nella sua vita, tanto da scegliere come tema per la tesi di laurea:" Architetture per la moda". I suoi soldi sempre spesi per abbonamenti a magazine di moda:"mi sono laureata in architettura ma, i miei abb…

Eva Geraldine Fontanelli, la rosa rossa della moda.

"Ogni giorno sono diversa. Sono sempre io, ma uso i miei vestiti per interpretare parti diverse della mia personalità". Eva Geraldine Fontanelli 




Non esiste niente di più complesso di una rosa rossa: è il fiore più bello ma il più oscuro. Esso è richiuso in se stesso e quando apre la corolla è già sul punto di svanire. Eva Geraldine Fontanelli, proprio come una rosa rossa, lavoro in segreto. Dietro le quinte di quel mondo chiamato moda.
Eva Fontanelli è una delle stylist, editor, consultant e influencer più importanti nel panorama della moda italiana ed internazionale. Ha lavorato come "fashion editor" per Elle Italia. E' tra le muse di "Scott Schuman". Ha vestito le modelle più in voga del momento. Ha collaborato per le testate di moda più rinomate. Ha una vaga somiglianza con l'attrice Hepburn ed è la persona che dovrebbero utilizzare per rendere chiaro il concetto che ognuno di noi può essere e può dettare moda. 

Eva Geraldine Fontanelli ha un …

Coco Chanel e Boy Capel: l'amore che creò il mito

“ Gli unici occhi belli sono quelli che vi guardano con tenerezza.” Coco Chanel 

Nel film “Bodyguard” vi era la colonna sonora che avrebbe incantato il mondo: And i will always love you. Una promessa per molti, una minaccia per altri. Whitney Houston di quella canzone ne fece la sua vita, ma in altri tempi, nel 1915 circa,la stilista Coco Chanel molto probabilmente l’avrebbe ascoltata e cantata per il suo grande amore: Boy Capel.  Gabrielle Bonhuer Chanel, conosciuta al mondo come Coco Chanel, fu la prima femminista della storia e come ogni donna che si rispetti fu legata ad un grande amore. Da sempre consacrata come la Mademoiselle d’acciaio, con le sue perle sulla poca importanza degli uomini in realtà nascondeva un cuore grande, capace di amare e di pensare ad un futuro da perfetta moglie.  Coco iniziò la sua carriera intorno al 1909 presso l’appartamento del suo amante Balsan, a Parigi in Boulevard Malesherbes creando cappelli. Fu proprio nella residenza del suo primo amante che l…